Padova

 
 

prato della valle

 

palazzo della ragionePadova è ormai a molti nota come la città dei tre "senza": la città del Santo senza nome, perchè Antonio per i padovani è il Santo per antonomasia, la citta' del Caffè senza porte perchè lo storico Caffè Pedrocchi era aperto ad ogni ora, anche di notte e il Prato senza erba perchè questa monumentale piazza, denominata "Prato della Valle", era in orgine una zona paludosa.

Ma è anche la città di Antenore e contende addirittura il primato di citta' dalla fondazione più antica con la Roma di Enea! Storicamente comunque Padova è uno dei principali centri della cultura paleoveneta, fondata sull'ansa del fiume Brenta, anche se oggi è il fiume Bacchiglione a solcare il suolo patavino, definendo in varie luoghi della citta' molti scorci suggestivi.

Dell'epoca romana sono ancora visibili i resti dell'antica Arena e molto si può ammirare all'interno dei vicini Musei civici agli Eremitani, dai quali si accede anche alla Cappella degli Scrovegni che conserva il rivoluzionario ciclo di affreschi di Giotto.

E poi ancora: tre cinte murate e torri, chiese e palazzi privati e pubblici, come il Palazzo della Ragione per secoli sede del tribunale e ancora oggi mercato coperto, piazze delle Erbe e dei Frutti, testimonianza della vocazione commerciale dei patavini, piazza dei Signori, con le antiche vestigia della reggia della famiglia dei da Carrara detti anche Carraresi che ha governato sulla citta' con ben otto principi.

palazzo ragionePadova si può visitare facilmente anche se piove o fa caldo perchè si può trovare un piacevole riparo sotto ai 12 km di portici dai diversissimi stili.

I padovani sono anche detti "gran dottori": per capirlo basta visitare la sede della seconda più antica Univesità d'Italia, fondata nel 1222 con la cattedra di Galileo Galilei che qui ha insegnato e il più antico Teatro Anatomico stabile d'Europa ed è sempre a Padova che spettano alcuni altri primati: il più antico Orto Botanico universitario an
cora esistente e patrimonio dell'Unesco e la prima donna laureata al mondo, Elena Lucrezia Cornaro Piscopia.

Ma la storia prosegue anche nel passato più recente con espressioni di architettura d'avanguardia quali, ad esempio, il monumento di Daniel Libeskind ai caduti delle Torri Gemelle di New York.

Se la città è cosi ricca non è da meno la sua vasta provincia, costellata di città fortificate come Cittadella, Monselice, Este e Montagnana, di borghi storici come Arqua' Petrarca, chiese ed abbazie come quella di Praglia. Anche gli amanti della natura potranno seguire alcuni persorsi con le nostre guide naturalistiche nel Parco regionale dei Colli Euganei e visitare le vicine Terme di Abano e Montegrotto.

orto botanico