La Grande Guerra a Padova e Verona

 
 
 
 
 

 

PADOVA

 

LA GRANDE GUERRA A PADOVA 

Visita guidata nel centro storico della città di Padova, ripercorrendo la storia e le fasi dell’impegno padovano nei luoghi simbolo e commemorativi degli eventi bellici della Grande Guerra.

L’itinerario guidato comprende il celebre caffè Pedrocchi e il suo museo dell’arte contemporanea, le lapidi commemorative sull’ala Moretti Scarpari del Municipio, su cui sono riportati i nomi dei caduti e i bollettini delle vittorie, l’Università e il suo impegno attivo, Palazzo Giusti dove soggiornava D’Annunzio quando non riusciva a raggiungere la laguna ospite della contessa Cia Giusti Cittadella, Palazzo Dolfin dove avvenne il passaggio dell’Alto Comando a Diaz e palazzo Papafava, sede del comando francese.

Durata: 2 ore

UNA GIORNATA DEDICATA ALLA GRANDE GUERRA

Possibilità di visita guidata di intera giornata ai luoghi legati alla Grande Guerra in Provincia di Padova: partendo da Padova si giunge a Villa Giusti, dove viene siglato l’armistizio tra Italia e Austria il 4 novembre 1918; si prosegue per Abano Terme dove nel gennaio 1918 venne spostato il Comando Supremo di Stato Maggiore dell’Esercito e precisamente all’hotel Trieste che dopo la vittoria dell’Italia divenne Hotel Trieste Vittoria. Si prosegue per San Pelagio per vedere la pista di decollo che usò D’Annunzio per il celebre volo su Vienna. Si può visitare il Castello del Catajo che al termine del conflitto fu assegnato al governo italiano come riparazione dei danni di guerra e che apre al visitatore le sue splendide stanze affrescate.

Durata: 5 ore

IN BICICLETTA PER I LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA

Possibilità di visita guidata in bicicletta di intera giornata: dai luoghi commemorativi del centro di Padova, grazie al percorso ciclabile lungo l’argine del canale Battaglia, si arriva ad Abano Terme (v.sopra). Grazie alla pista ciclabile alberata da Abano Terme si giunge a Villa Bembiana di Monterosso, dove si preferì spostare l’Ufficio Stampa, la struttura che si occupava di redigere i comunicati e dove di fatto è stato preparato il bollettino della Vittoria del 4 novembre 1918, poi approvato e firmato dal generale Diaz nell’hotel Trieste di Abano. Prima di rientrare a Padova percorrendo piacevoli sentieri si giunge al castello di Lispida, che ospitò il quartier generale di Vittorio Emanuele III.

Durata: 5 ore