La Grande Guerra nelle Montagne Venete

 
 
 

grande guerra

Dalle Prealpi vicentine fino alla foce del Piave attraverso l’Altopiano di Asiago, il Monte Grappa ed il Montello a scendere sino a Padova, scelta dopo la rotta di Caporetto come “capitale al fronte”: questo lo scenario, ampio e carico di testimonianze, dello scontro bellico tra il Regno d’Italia e l’Impero austro-ungarico, consumatosi tra il 1915 ed il 1918. E, di nuovo, è il Veneto, ed in particolare Padova, ad essere scelto per l’avvio delle trattative di pace e la firma dell'Armistizio del 4 novembre 1918.

Il Monte Grappa diventò strategico soltanto dopo Caporetto. Provvidenzialmente il Generale Cadorna aveva fatto approntare una comoda strada di accesso e linee difensive rafforzate ovunque subito dopo la ritirata. Il Monte Grappa diventò così l'ultimo baluardo, fra Brenta e Piave, a difesa della pianura veneta e le sue cime furono insanguinate da cruente battaglie. Ne ricordiamo alcune: Monte Asolone, Col della Berretta, Col Moschin, Monte Pertica, Monte Solarolo, Monte Tomba. 

Numerose sono le opere di difesa, tuttora visibili, costruite in caverna per postazioni delle artiglierie e delle mitragliatrici e per ricovero delle truppe. Fra tutte la più imponente è la grande Galleria Vittorio Emanuele III°. Da questa si dipartono numerose diramazioni laterali che portano alle batterie ed agli appostamenti per le mitragliatrici, per uno sviluppo complessivo di 5153 metri.

sacrario del monte grappa

La zona sacra di Cima Grappa consente al visitatore di avvicinarsi alla storia ed alla tragicità della Grande Guerra in modo particolare attraverso il Sacrario, che dà sepoltura a quasi 23.000 soldati caduti ed al Museo ospitato presso la Caserma Milano.

Museo CanoveIl nostro territorio risuona ancora oggi di quei drammatici eventi: ne sono viva testimonianza trincee, osservatori, fronti militari e sacrari ma anche palazzi ed edifici, all'interno delle cui mura vennero discusse le grandi questioni militari e politiche. Vi invitiamo a scoprire assieme a noi, guide turistiche autorizzate del Veneto, questo passato: potrete visitare i luoghi della Grande Guerra, rileggere i luoghi di una comune memoria, ritrovarne le radici nelle molteplici tracce rimaste, dai campi di battaglia ai luoghi della storia, riascoltando così la voce di tutti coloro che, a quegli eventi, diedero forma.

Le guide turistiche di Assoguide Veneto vi sapranno suggerire con professionalità e competenza i possibili percorsi, valutando le combinazioni e gli abbinamenti delle mete più idonei alle Vostre esigenze. Questi itinerari sono ideali per gruppi di adulti come per una gita scolastica.

Altri itinerari tematici sulla Grande Guerra sono fruibili anche nelle città di Padova e Verona. Continua a leggere...